venezia acqua alta libri

Venezia, i libri danneggiati dall’acqua diventano opere d’arte

Venezia cerca di ovviare al problema avuto con l’acqua alta nei mesi scorsi, che ha rovinato molti libri storici che erano custoditi in locali che sono stati invasi dall’acqua di mare. Si tratta di un’iniziativa di tre studenti di Graphic Design a Milano, Maria Vittoria Miccoli Minarelli, Ambre Carladous e Anna Carera, che hanno proposto di dare valore a tutti i libri danneggiati dall’acqua. È stata effettuata un’asta online dove sono state messe al bando alcune delle opere che sono state considerate con del valore: si tratta di volumi di studenti, docenti e designer.

Ci sarà un’esposizione fino al 29 febbraio di alcuni dei volumi rovinati, con l’installazione denominata “Aspettando che l’acqua dissolva ogni cosa”, curata da Fulvio Chimento e che comprende numerose opere. Ci sono delle illustrazioni, sculture e acquerelli. Le opere sono state prese da quelle destinate al macero, a causa dell’acqua alta avuta in autunno. I fondi saranno destinati alla Fondazione Querini Stampalia, un luogo da 150 anni di storia.